Progetto TeU

Criteri e modalità di programmazione  delle attività per l’Associazione TeU   TERRITORIO E UOMO     L’acronimo ‘TeU’  si apre con un la lettera maiuscola ‘T’ che richiama l’idea di un territorio spesso difficile, pietroso dove é piantata la croce di Cristo, un territorio oggi martoriato dalla violenza della natura e dallo sfrenato individualismo dell’uomo, un territorio  interessato ormai da […]

DOMENICO GILIO: POESIA E FILOSOFIA DELLA VITA di Adeo Viti

  La nuova bella edizione di” La Cetonia sul cardo”, già proposta dalle Edizioni Telemaco ed ora divenuta più ampia sia nelle composizioni poetiche di Domenico Gilio sia nelle preziose tavole di pregevoli Artisti, conferma l’esistenza di quel filo rosso che tiene insieme la precedente silloge “Pagine Acheruntine” alle altre opere pubblicate nel tempo ( “Tenere Corrispondenze”, “ Il Tempo […]

2 giugno – festa della Repubblica

Italia, paese meraviglioso!  Ieri giudicato ai margini dell’Europa, perché affetto da episodi di corruzione e da un diffuso malcontento ha espresso un voto di protesta e di rabbia che sembrava voler travolgere tutte le istituzioni. Oggi si stringe intorno al suo Presidente e al suo governo ai piedi dell’Altare della Patria per dire al mondo la sua gioiosa speranza ed il proprio impegno […]

Blog

          Robert Pogue Harrison, riconosce nella storia culturale del nostro tempo: “L’era della giovinezza” . La sua antropologia parte da un antenato lontano, il gorilla albino, e come un fiume in piena, attraversa impetuoso le gole di una saggezza tragica per sfociare nella voragine del vulcano attivo della scienza e della tecnologia. Sulla foce del fiume […]

Poesia e musica di Emiliano Negro

<< Noi >> Romani ci siamo fatti conoscere in tutto il mondo, nel bene e nel male. Ho l’impressione che qualcuno stia riscoprendo questa appartenenza geografica unica; siamo legati ai luoghi dove siamo nati, cresciuti ed educati. Abbiamo necessità di appartenenza; per formare e diversificare i tanti popoli che vivono sulla terra, la storia ha modellato l’umanità, come l’acqua che, […]

Suggestioni neoteniche in un borgo medioevale

Il rettore emerito della Università di Basilicata Damiano Fonseca definisce il Borgo di Acerenza come Città-Cattedrale. Nella radice etimologica del termine civitas c’é il cittadino, la sua identità civile, la pregnanza etica della cultura intesa come orientamento alla promozione umana della comunità. Nella radice etimologica del termine Cattedrale c’é la pregnanza pedagogica della cattedra luogo del magistero del Vescovo che […]

Personale di Maria Cristina Fior Tabacco nel Museo diocesano di arte sacra di Acerenza

Ho accettato volentieri di descrivere didascalicamente la nuova produzione artistica della mia amica Maria Cristina Fior Tabacco poiché da quando ho avuto il piacere di conoscerla mi ha incuriosito il suo modo di dipingere e di esprimere le sue nostalgie imprimendole con sapiente maestria decorativa su tele di piccola dimensione quasi fossero preziosi regali da consegnare al mondo. La stessa […]

Dopo elezioni, sempre più buio. Adda passa a nuttata?

Robert Pogue Harrison scrive recentemente “L’era della giovinezza – Una storia culturale del nostro tempo”. Secondo Harrison la genialità di Heinstein é dovuta essenzialmente alla sua capacità di invenzione ove combina in maniera innovativa i materiali della sua esperienza proprio come fa un bambino mentre gioca con i sassi che raccoglie per strada. La genialità di Platone starebbe nella sua […]

L’ultimo “Crocifigge” di Nicola Partipilo

    È stato quello gridato non dal popolo, come nella lauda di Jacopone, ma da un establishement scientifico, nel 1988, creatosi per la radiodatazione della Sindone di Torino. Il fenomeno è stato di un tale sconcerto per l’arroganza di sedicenti scienziati internazionali, che a tutt’oggi la questione non si spegne, si capirà perché. Sono passati molti anni dalla radiodatazione […]

Spiritus loci…… in Acheruntia

Emiliano Negro, un giovane cantautore, venuto da Roma sulle tracce dell’Imperatore Giuliano l’Apostata. Sarà suo il busto custodito nel Museo di Acerenza? In attesa che apra il museo, entra nell’Auditorium dedicato al maestro Rocco Cristiano. E la musica gli sale dall’anima, lo avvolge e sembra rompere l’incantato silenzio di questo borgo. Poi le voci di alcuni degli indigeni. Qualcuno gli parla della civiltà contadina, qualcun altro gli parla di musica, di arte, di libri. Poi una citazione latina: “spiritus loci”. Finalmente la folgorazione! Sarà questo il titolo del suo CD, la voce della sua anima.