Ipotesi di progetto editoriale di Telemaco edizioni

Telemaco edizioni potrebbe organizzare il proprio catalogo su tre sezioni.

 

. Prima sezione – Pitagora.

Pensiero che nasce dal Mediterraneo dove ancora aleggia l’humus della civiltà della Magna Grecia.

Della sezione Pitagora fanno parte le collane:

1. Athena (Scienza)

 

2. Socrates (filosofia)

La conoscenza, quella autentica, è un percorso che ci consente di padroneggiare noi stessi, gestire al meglio le nostre risorse, custodire il nostro passato e costruire il nostro futuro. Il valore fondamentale è la verità, oggetto della conoscenza, un bene che noi non possediamo per diritto di nascita o per appartenenza ad una casta, ma che possiamo raggiungere con un percorso virtuoso di confronto dialettico. Il bene e la virtù dunque non sono qualità della persona individuale ma del gruppo sociale. La più alta forma di virtù è il rispetto della legge alla quale Socrate sacrifica anche la propria vita.

3. Ascanio (Pedagogia)

Distrutta Troia, Enea porta in salvo il padre Anchise e il figlioletto Ascanio e si imbarca alla ricerca di una terra ospitale dove fondare una nuova città. La mitologia ci consegna questi uomini che stagliano la loro figura al di sopra di ogni tragedia. Ascanio darà luogo alla nobile gens Julia investendo sui suoi sogni, sul virile coraggio di Enea, sulla esperienza del vecchio Anchise. Pedagogia è infatti l’arte di coltivare nei giovani le virtù civili e la saggezza degli antenati affinché i giovani trovino la forza di rifondare le città e dar luogo a nuove stirpi di uomini forti e coraggiosi.

4. Narciso (Psicologia, sociologia e antropologia)

L’uomo si specchia nella realtà e si riconosce sia come singolo che come gruppo. I tratti della nostra immagine sono riflessi nel Mediterraneo: le nostre passioni, i nostri sogni, le nostre paure vivono come ninfe e satiri lungo il corso dei nostri fiumi, nelle valli o nei nostri boschi.

 

. Seconda sezione – Scilla.

Scilla è una ninfa posta dagli dei a custodire la porta del Mediterraneo con la suggestione della sua femminilità.

Della sezione Scilla fanno parte le collane:

1. Omero (Poesia)

Abbiamo pensato di intitolare ad Omero la collana di poesia perché si rilanci sul nostro territorio l’affascinante tradizione orale dei cantastorie. Da noi la poesia è pathos epico che nasce su un territorio difficile. I nostri poeti, consapevoli delle difficoltà, incuranti delle tempeste di neve, chiedono alla notte che la prossima alba ci restituisca la luce e noi si riprenda a costruire la città.

2. Orfeo (Musica)

Il mito di Orfeo non si ambienta in un grande teatro o nel labirinto delle me- tropoli. Orfeo con la sua musica incanta i boschi, i ruscelli. Come Penelope è figlia, regina e icona di Itaca così Euridice è figlia, regina e icona del Mediter-raneo. Euridice è l’amore, l’ispirazione, la musica. Per amore di Euridice Orfeo, come Telemaco, scende agli inferi per ridare vita alla sua amata.

3. Nausicaa (Narrativa)

Nausicaa ascolta, incantata, il racconto delle avventure di Ulisse. E’ la storia di una donna che si apre al sogno e all’amore e di uomo che viene da lontano, che trasuda mistero, che si muove sul territorio, lo esplora, lo vive, lo tutela e lo promuove.

. Terza sezione – Hercules.

Busto – Ex voto al tempio di Ercole Acheruntino

La mitologia greca e latina ci consegnano il culto di Ercole, icona della vitalità e intraprendenza che lo spingono oltre le soglie dell’Ade alla ricerca del Vello d’Oro. Tra le popolazioni italiche è famoso l’Hercules Acheruntinus, divinità dei traffici, dei mercati e degli scambi fra popolazioni diverse. Il santuario di Ercole Acherontino nell’antica Acerenza era una tappa strategica sui sentieri della transumanza.

Della sezione Hercules fanno parte le collane:

1. Crono (Storia)

Crono, l’ultimo dei Titani, evirò il padre per impadronirsi del potere e per salvaguardarlo mangiava i propri figli finchè Zeus, il più giovane, salvato dalla madre, mise fine alla tirannia di Crono imprigionandolo nelle viscere della terra. Il mito è raccontato nella Teogonia di Esiodo. L’aspetto più interessante di questo racconto è dato dal rapporto fra storia e verità. Esiodo non si impegnò su questo tema. La storia ha senso se muove l’animo dell’ascoltatore verso azioni valorose attraverso un racconto simile al vero. I cantori epici non avevano il compito di raccontare il vero, ma di rendere vero, grazie alla suggestione del canto, quello che essi raccontavano.

Molta storia che noi oggi consumiamo nelle nostre liturgie formative risponde agli stessi canoni ma non è stata scritta per noi. Oggi il Mezzogiorno vive una drammatica crisi, ha ridotto al silenzio i nostri padri, disperde i nostri figli. Noi siamo orfani allevati da una cultura nutrice che non ci ama abbastanza.

Questa collana si propone di riscrivere la nostra storia per recuperare, con la tradizione del Mediterraneo, la nostra identità di uomini e di popolo. Rivendichiamo il diritto di essere noi stessi i cantastorie per le nostre giovani generazioni.

2. Laocoonte (Comunicazione)

Laocoonte, sacerdote d’Apollo, tenta di salvare Troia dall’inganno di Odisseo, ma viene ucciso insieme ai suoi figli da un enorme serpente, simbolo della subdola forza dell’inganno. Morto Laocoonte, i troiani abbattono le mura della loro città per far entrare un enorme cavallo di legno, gravido di soldati nemici, armati fino ai denti. Troia sarà distrutta.

3. Aristide (Politica)

Si opponeva alla costruzione di una grande flotta con denaro che avrebbe dovuto essere distribuito al popolo. Fu condannato all’ostracismo ad opera di Temistocle e dovette andare in esilio per dieci anni. Cornelio Nepote racconta che Aristide, avendo visto un ateniese che scriveva sul coccio il voto che lo avrebbe esiliato, chiese per quale colpa meritasse l’esilio. L’altro gli rispose che non gli piaceva che Aristide fosse ritenuto giusto al di sopra di tutti gli altri.

Aristide mostrò rispetto per quel voto e andò in esilio. Richiamato in patria, in occasione della guerra persiana, combattè a fianco a Temistocle per la salvezza di Atene e morì in combattimento in difesa della patria.

 

I libri presenti in questo catalogo possono essere richiesti nelle migliori librerie italiane, possono essere acquistati on line presso libroco

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *